CASE STUDY: POLIZZA DEL CAPOFAMIGLIA RC

La famiglia Incauti, dopo le insistenti richieste della figlia, ha deciso di adottare tra le proprie mura domestiche un nuovo membro, Mordino, uno splendido esemplare di Pitbull abbandonato e poi curato dal canile della città e ora contento di cominciare una nuova vita assieme alla nuova famiglia.

Tutti sono felici e sempre più convinti della scelta e tutti, mamma, papà e figlia, non vedono l’ora di tornare a casa perché sanno che ad attenderli c’è Mordino, sempre festoso e scodinzolante.

Mordino ha un carattere tosto, non particolarmente aggressivo in realtà, ma necessita di attenzione e dell’educazione corretta, cosa su cui tutta la famiglia Incauti si impegna sempre molto.

Un giorno però, mentre il sig. Incauti e Mordino sono in passeggiata in un parco pubblico, succede qualcosa di inaspettato che purtroppo metterà in difficoltà tutta la famiglia.

Infatti, in un momento di relax seduto su una panchina del parco, il sig. Incauti riceve una chiamata al cellulare. Fin qui nessun problema, tuttavia, con l’intenzione di prendere il cellulare dalla tasca dei pantaloni e avendo l’altra mano occupata da un cono gelato, decide di mettere il guinzaglio che tiene Mordino sotto la gamba, convinto di riuscire a trattenerlo. Nello stesso istante però, una signora poco distante da loro si è appena accovacciata per poter accarezzare il cane di un’altra ragazza. Per qualche motivo, forse per un istinto di protezione verso un esemplare della sua stessa specie, Mordino si mette a correre con foga e il guinzaglio sfugge da sotto la gamba del sig. Incauti. Così Mordino raggiunge la signora e si scaglia contro di lei con le fauci spalancate, mordendola al volto e alle mani. Il sig. Incauti riesce a riprendere il guinzaglio al volo e a calmare Mordino, ma la signora rimane a terra con la faccia e le mani insanguinati e in preda al panico. Il sig. Incauti allora riesce a legare Mordino momentaneamente ad un palo per poter soccorrere la signora e chiamare subito un’ambulanza.

Purtroppo però la famiglia Incauti viene a sapere che la signora ha subito una frattura ad uno zigomo per lo scontro con il loro cane e diverse ferite, alcune anche profonde, al volto e ad una mano. Una di queste in particolare ha compromesso parzialmente la mobilità del pollice della mano destra della signora, di fatto causando un’invalidità permanente.

La signora, pur amando molto anche lei gli animali e consapevole dell’eventualità che Mordino potesse essere abbattuto, decide di denunciare il sig. Incauti al fine di chiedere un legittimo risarcimento per i danni riportati.

Purtroppo però, ma inevitabilmente si può dire, dopo diversi mesi di controversie legali, la signora vince la causa e l’accordo per il risarcimento prevede una somma pari a 60.000 euro, senza però la necessità di abbattere il cane.

La famiglia Incauti è sicuramente rassicurata per le sorti di Mordino, tuttavia il sig. Incauti, in qualità di capo famiglia, deve ora fare i conti con il risarcimento perché, purtroppo, non ha considerato (o ha sottovalutato?) il rischio che Mordino potesse provocare tali danni ad una persona e non ha previsto una polizza del capofamiglia RC con l’estensione anche per il suo cane, aspetto questo che in questa circostanza avrebbe sicuramente dato il necessario supporto economico.

Se possiedi un cane, per quanto ti sembri docile e per quanto tu ti possa impegnare ad educarlo, fai attenzione perché a volte questo non basta. Considera l’opzione di stipulare una polizza del capofamiglia RC con l’estensione per danni causati a terzi dal tuo cane e goditi il suo affetto senza pensieri!

MAGGIORI DETTAGLI SULLA POLIZZA del CAPO FAMIGLIA RC
CONTATTACI PER QUALSIASI INFORMAZIONE
2018-06-01T15:01:18+00:00 25 maggio, 2018|